Comunicato Stampa degli Alunni del Liceo Scientifico Luigi Costanzo di Decollatura

Gli studenti del Liceo Scientifico Luigi Costanzo di Decollatura hanno deciso di scrivere un comunicato contro le inefficienze palesi della struttura scolastica:

“Noi, Studenti del Liceo Scientifico Luigi Costanzo vorremmo ringraziare il primo cittadino di Decollatura per l’escursione in Siberia che oggi ci è stata gentilmente offerta da parte sua.

Siamo infatti entusiasti di aver trascorso la giornata a scuola con la temperatura dell’edificio che oscillava fra gli 8 e i 17 gradi Celsius (quest’ultimo valore raggiunto solo alle 11:30, dopo tre ore dall’inizio delle lezioni), quando per legge la temperatura minima all’interno di una scuola dovrebbe essere di 18 gradi (D.Lgs. 81/08).

Per quanto siamo contenti della bella esperienza avremmo preferito di gran lunga non trascorrere cinque ore in condizioni del genere, che a nostro avviso sono a dir poco insostenibili, considerati anche i disservizi dei trasporti pubblici, che hanno impedito a diversi nostri compagni pendolari di essere oggi in classe (beati loro). Ed un modo per evitare tutto ciò c’era ed era abbastanza semplice: bastava che il sindaco emanasse un’ordinanza di chiusura.

Vogliamo precisare che siamo a conoscenza del fatto che la gestione dell’immobile del Liceo è di pertinenza provinciale, quindi non comunale e che dunque non spettava all’amministrazione di Decollatura effettuare i controlli sull’effettiva fruibilità della struttura, ma sarebbe bastato che la suddetta amministrazione avesse contattato la provincia per informarsi sulle condizioni dell’immobile e dell’impianto di riscaldamento, che nonostante oggi sia stato in funzione, dopo due settimane di inattività non è stato in grado di riscaldare la scuola in maniera quantomeno soddisfacente.

E allora perché l’amministrazione di Decollatura non si è preoccupata di fare un gesto tanto semplice? A nostro avviso la risposta è palese: incompetenza amministrativa e mancanza di rispetto nei confronti di noi alunni.

Siamo molto amareggiati dal constatare che la tanto sbandierata vicinanza degli enti locali ai giovani e agli studenti esiste solo in campagna elettorale e nei discorsi di sindaci e assessori, ci auspichiamo che questa situazione possa cambiare e che finalmente l’amministrazione comunale venga incontro alle nostre esigenze di studenti.

Gli alunni del Liceo Scientifico Luigi Costanzo”.

 

Alcuni studenti hanno anche misurato con un termometro la temperatura che a tratti addirittura era sotto i 10 gradi, ecco la foto:

Leggi anche...

0