È finita la Pacchia?

Dopo aver visto questo avviso a molti degli studenti dell’Unical sarà gelato il sangue nelle vene, ormai era una prassi diffusa mangiare con il tesserino esente di qualche amico, o “scroccare” un tesserino da chi paga il pasto di meno.

Le domande, ora, nascono spontanee…
Visto che ogni anno l’Università della Calabria risulta essere tra le migliori nelle classifiche nazionali e internazionali.

Perfino nelle Statistiche Censis, che includono nei parametri di valutazione il numero di pasti serviti dalla mensa universitaria, ora che ci saranno dei regolari controlli, FINALMENTE, sui tesserini universitari mi chiedevo se:
sarà ancora alto il numero di pasti serviti?
sarà ancora l’Università della Calabria una delle migliori al Mondo?
Oppure questa resterà un’azione di facciata?
Mi auguro che, ci siano ben presto dei controlli e non solo su quello che succede a mensa, sono tanti i campi che dovrebbero essere rafforzati nel nostro Campus.

Ma se i controlli funzionano, potrebbero essere rimodulate effettivamente le classifiche generali sui risultati futuri, affinché sia possibile effettivamente constatare se con un regolare servizio pasti a mensa la posizione del nostro Campus rimarrà invariata?

Le attuali vedono l’Università della Calabria come un’università all’avanguardia per quanto riguarda il fattore EFFICIENZA.

Detto questo, sono sicuro che se nessuno potrà più andare a mensa col tesserino dell’amico o con più tesserini, dunque con dei regolari controlli i pasti serviti saranno molti meno.

Se le irregolarità continue fossero state segnalate prima il numero di pasti consumati all’Unical sarebbe stato molto inferiore al “MILIONE” di pasti serviti di cui il nostro Rettore parlava.

Ai posteri l’ardua sentenza, per il resto chiedo cortesemente agli altri studenti del nostro Campus, se possibile, di segnalarmi novità!

20151120_201051

Leggi anche...

2