Feliz Aniversário Estádio da Luz!

L’Estádio da Luz compie 13 anni ed io sono andato ad assistere per la prima volta ad una partita del Benfica in Primeira Liga, la Serie A portoghese.

Vi racconto la mia esperienza in uno stadio favoloso, un vero e proprio inferno dal primo al novantesimo minuto!

20161028_183644Lo stadio Da Luz è stato inaugurato il 25 ottobre 2003, in vista di Euro2004 dell’anno seguente, ha una capienza di oltre 65mila posti e viene chiamato anche dai propri “fãs” A Catedral (“La Cattedrale”) per testimoniare ancora di più l’amore di questi ultimi nei confronti di questo stadio e di questo colori.
Prima del match ho rivisto l’ex portiere dell’Inter Júlio César nel riscaldamento, oggi si alterna spesso in porta col promettentissimo brasiliano Ederson, osannato e benvoluto da tutti i tifosi che intravedono in lui il guardiano del presente e anche del futuro di questa squadra.

L’avversario di turno è il Paços de Ferreira, squadra che galleggia nella seconda parte della classifica del campionato portoghese.

img_20161016_233756Dopo l’esibizione dell’Águia Vitória, la mascotte del Benfica, un “aquila di mare testabianca” che prima di ogni partita vola sullo stadio mandando in visibilio i tifosi della squadra di casa, si parte!

Pronti-Via la partita vede subito un Benfica aggressivo sempre pronto a ripartire grazie ai suoi esterni alti, i due argentini, Salvio e Cervi e grazie al suo trequartista Gonçalo Guedes, un ventenne molto interessante.

La prime occasioni portano la firma di Mitroglou che sfiora il gol due volte, ma in entrambe le occasioni, il greco vede negarsi la gioia del gol dal portiere brasiliano del Paços de Ferreira Defendi. Il Benfica domina il gioco ed al 27esimo minuto Guedes gonfia la rete per la prima volta. Splendida azione in velocità Fejsa-Guedes-Mitroglou-Cervi-Guedes tocchi velocissimi, ripartenza letale, Defendi fulminato sul suo palo dal destro ravvicinato del giovanissimo portoghese. Benfica in vantaggio 1 a 0.

Da Luz in festa, gli oltre 52 mila tifosi presenti allo stadio saltano tutti, me compreso.20161028_185549

I campioni in carica della Primeira Liga vogliono archiviare la questione già nel primo tempo, magari per risparmiare energie in vista della partita di Champions League di martedì, decisiva ai fini della qualificazione, con la Dinamo Kiev.

Guedes sfiora la doppietta sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma poco prima della fine del primo tempo ed all’inizio del secondo tempo è la squadra ospite a sfiorare il pareggio prima con Fernandes che si divora il gol del pareggio, pur avendo quasi tutto lo specchio della porta a disposizione per calciare, poi con Pedrinho che con un rasoterra insidioso mette i brividi al portierone “Benfiquista” Ederson.

La squadra di casa non ci sta e mette il piede sull’acceleratore per archiviare la settima vittoria di fila in Campionato; tocca quindi a Eliseu disegnare un cross basso dal lato sinistro del campo, velo di Mitroglou e destro di prima di Salvio al quarto gol in 5 partite, azione stupenda, partita pressoché chiusa.

C’è ancora tempo, però per il terzo gol che arriva all’89esimo grazie al regista, il portoghese Pizzi che mette il sigillo finale sul match, dopo un rimpallo fortunato in area di rigore avversaria.

Benfica – Paços de Ferreira 3 a 0, così i Campioni mandano il proprio augurio alla “Cattedrale”.

Dallo Stadio Da Luz è tutto,

Marco Notaro.

 

20161028_195932

Leggi anche...

0